Compliance

Modelli Organizzativi 231 e Anticorruzione

Mappatura processi e procedure, Gap Analysis, definizione protocolli operativi, istituzione dell’OdV, informazione e formazione.

Projit può assistere le Organizzazioni Clienti con professionalità specialistiche di grande esperienza e supportare ogni Azienda nella costruzione di Modelli efficaci e sostanziali.

Contattateci per informazioni

COMPLIANCE INTEGRATA

Vantaggi correlati all’adozione del Modello 231/2001

adozione di un espediente avente efficacia esime reato dell’ente per i reati commessi nel suo
interesse o a suo vantaggio e, quindi, protezione della Società rispetto alla responsabilità introdotto dal D.Lgs. n. 231/2001;

protezione dei soggetti in posizione apicale dalla colpa di organizzazione, i quali possono dimostrare di aver fatto tutto quanto in loro potere per evitare determinati compoertamenti/eventi (es. infortuni sul lavoro) ed evitare la responsabilità dell’ente;

efficienza dei processi aziendali e potenziamento del valore reputazionale dell’Organizzazione, mediante l’implementazione di un sistema di controlli interni;

maggiore affidabilità e credibilità nei confronti degli stakeholders, aspetto di rilevo per la partecipazione a Gare della P.A.;
agevolazione del percorso volto ad acquisire il rating di legalità;
accesso ad agevolazioni, contributi, finanziamenti e sussidi, e migliori condizioni in sede di accesso al credito bancario;

Supporto consulenziale nell’ambito dei segmenti di compliance di seguito indicati:

  • adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001;

  • adozione del Sistema Prevenzione della Corruzione UNI ISO 37001, avendo cura elaborare il sistema secondo la logica della compliance integrata (Integrazione Modello 231 – Sistema 37001; Integrazione P.T.P.C.T. – Sistema 37001; Integrazione Sistemi ISO – Sistema 37001).

  • adozione degli strumenti richiesti dalla normativa anticorruzione (Legge n. 190/2012, D.Lgs. n. 33/2013, D.Lgs. n. 39/2013, Provvedimenti dell’A.n.a.c., normativa appalti pubblici).

Si tratta di disposizioni che richiedono l’adozione:

      • del Piano Triennale Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza;

      • di procedure di Segnalazione illeciti (Whistleblowing);

      • del Regolamento per il conferimento di incarichi esterni; I

      • del Regolamento per la selezione del personale e progressioni di carriera;

      • del Regolamento per gli affidamenti sotto la soglia di rilevanza comunitaria e procedura acquisti;

      • del Regolamento albo fornitori;

      • di procedure volte alla gestione del conflitto di interessi.