Home » Salute e sicurezza sul lavoro » FAQ - Domande Frequenti » Obblighi » Qual è l’obbligo formativo in materia di salute e sicurezza per il datore di lavoro?

Qual è l’obbligo formativo in materia di salute e sicurezza per il datore di lavoro?

Categorie: Obblighi

Fino ad oggi, la formazione in materia di salute e sicurezza per i Datori di lavoro ha riguardato soltanto i Datori di lavoro che intendono svolgere direttamente i compiti di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Cioè, se un Datore di lavoro non vuole designare un RSPP al proprio interno o un esterno, deve frequentare corsi di formazione di 16 ore se l’azienda rientra nel livello di rischio basso, 32 e 48 ore se l’azienda rientra nel livello di rischio medio e alto, rispettivamente (Accordo Stato – Regioni del 21 dicembre 2011). Il livello rischio è individuato in funzione del Settore ATECO di appartenenza dell’azienda. Sono inoltre previsti obblighi di aggiornamento quinquennali (6, 10 e 14 ore in base ai tre livelli di rischio).
ATTENZIONE:
Il legislatore nazionale ha previsto con la legge 215/2021, che ha modificato il D.Lgs. 81/2008, una riorganizzazione dell’intera materia della formazione che prevede OBBLIGATORIAMENTE la formazione per TUTTI i Datori di lavoro.

Infatti è stata inserita la nuova disposizione che prevede che, entro il 30 giugno 2022, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano dovrà adottare un Accordo di accorpamento, rivisitazione e modifica degli Accordi attualmente vigenti in materia di formazione in modo da rivedere la formazione dei Datori di lavoro, dei lavoratori e delle altre figure (dirigenti, preposti, etc.).

Tags: datore di lavoro, rspp